sabato 2 ottobre 2010

SANITA': SCOPERTO AMBULATORIO ABUSIVO A PRATO, DENUNCIATA CINESE

AGI) - Prato, 2 ott. - Scoperto dalla polizia a Prato un ambulatorio abusivo. Denunciata una donna cinese che si spacciava per medico. Nel pomeriggio di ieri, infatti, gli agenti, nel corso di un mirato servizio realizzato dalla squadra di polizia amministrativa della Questura hanno scoperto l' ambulatorio abusivo gestito da una donna cinese che abusivamente esercitava la professione medica. Da alcuni giorni, avevano raccolto notizie confidenziali e segnalazioni riguardanti un insolito via vai in via Curtatone al numero 81 da parte di alcune donne di origine cinese che lasciavano presupporre una sospetta attività. Ieri, alle 13.30 hanno cosi' predisposto un apposito servizio nel corso del quale, gli operatori approfittando di un momento propizio, sono riusciti ad accedere all?interno dell?abitazione in accertando la sussistenza di un vero e proprio locale adibito a somministrazione di prestazioni sanitarie. All?interno un tavolino in plastica con numerosi certificati medici ed un armadio all?interno del quale era custodito un rilevante quantitativo di medicinali e prodotti sanitari. In varie parti della stanza erano altresi' presenti sacchi in plastica contenenti bottiglie di flebo, lacci emostatici residui di medicinali e siringhe utilizzate, oltre ad un lettino di fortuna usato per la visita dei pazienti. Nel corso dell?accertamento e' stata identificata W.C. cinese classe 1972 regolare sul territorio ed in attesa di rilascio di carta di soggiorno ed altri due cittadini cinesi, clienti dell'abusivo medico. Nella fasi accertative la donna fermata ha dichiarati tramite un interprete di essere un medico nel proprio paese di origine, senza peraltro essere in grado di dimostrare la sua abilitazione professionale, e di svolgere l'attività sanitaria nei confronti di parenti o amici suoi connazionali.
  La donna e' risultata gia' sottoposta a procedimento penale per esercizio abusivo della professione medica in seguito ad un intervento delle volanti del novembre 2008. Al termine del servizio la donna cinese e' stata denunciata in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria per il reato di esercizio abusivo della professione medica. Il materiale costituito da numerose confezioni di medicinali e materiale sanitario e' stato sequestrato. (AGI) Sep

[Fonte AGI]

Nessun commento:

Posta un commento