sabato 16 ottobre 2010

LECCO, SCOPERTO FINTO INCIDENTE OCCHIO: CI FREGANO ANCHE COSÍ!

Retromarcia allo stop, telecamera inchioda marocchino


Certi stranieri devono proprio pensare che ormai siamo un popolo di idioti, preoccupati solo di far la figura dei razzisti. Invece un lecchese coinvolto in uno strano incidente d'auto se ne è altamente fregato che la controparte fosse un marocchino e con le forze dell'ordine ha insistito nel sostenere che quel tamponamento era una montatura. Fermo allo stop, con a bordo la propria donna, l'immigrato ha atteso che giungesse la macchina del “pollo” e, calcolando bene i tempi, ha innestato la retromarcia causando la collisione.

COLPO DI FRUSTA. La donna si è subito messa a piangere e urlare e, presi in fretta i dati dell'”investitore”, il marocchino è corso al primo ospedale, dove i solerti sanitari hanno immediatamente riconosciuto alla straniera un danno fisico da “colpo di frustra”, tipico dei tamponamenti. In soldoni, un bel risarcimento.

RIPRESE PROVVIDENZIALI. Il lecchese, però, ha spiegato ai carabinieri le sue perplessità. Purtroppo non disponeva di testimoni, ma i militari si sono accorti che il luogo del sinistro è monitorato da una telecamera. Le riprese hanno fatto giustizia, rivelando la furberia del marocchino che si è spostato a marcia indietro quel tanto che bastava per ottenere l'impatto con l'auto che sopraggiungeva.

BIDONE D'IMPORTAZIONE. L'immigrato, residente a Paderno d'Adda, è stato così denunciato per false attestazioni a pubblico ufficiale e tentata truffa. Occhi aperti perchè, dopo il trucco dello specchietto rotto con tanto di botta sulla carrozzeria per simulare l'urto, quello del tamponamento in retromarcia è l'ultimo “bidone d'importazione”.

[Fonte ilpadano.com]

Nessun commento:

Posta un commento