martedì 2 novembre 2010

CARFAGNA: EVITARE BATTUTE PER NON OSCURARE LAVORO CONTRO OMOFOBIA

IRIS) - ROMA, 2 NOV - "Quella di Silvio Berlusconi è stata una battuta, la chiusa di un discorso serio, di ben altro tenore. Il Presidente del Consiglio non intendeva assolutamente, non ha mai inteso, offendere le donne o gli omosessuali. Questo governo, anzi, ha il merito di essersi impegnato, come nessuno prima, contro le discriminazioni nei loro confronti".

Mara Carfagna, ministra delle Pari Opportunità, commenta con queste parole l'intervento del premier in merito all'omosessualità.

"Proprio per non oscurare tutto questo lavoro, frutto di un impegno costante e condiviso dell'intero esecutivo, sarebbe opportuno che ciascuno di noi si astenesse dal fare battute. Non soltanto la lotta all'omofobia è entrata per la prima volta in una campagna di comunicazione istituzionale della Presidenza del Consiglio ma il tema della non-discriminazione è stato affrontato, sempre per la prima volta, all'interno delle scuole nel corso della 'Settimana contro la violenza', da poco conclusa, le cui attività proseguiranno per l'intero anno scolastico" ricorda la ministra.
"Abbiamo inoltre promosso un Osservatorio cittadino contro le discriminazioni in collaborazione con il Comune di Roma e molte amministrazioni locali, esperienze che saranno replicate in altre città.. Sul fronte della sicurezza, e come richiesto da molte associazioni, è stato infine creato l'Osservatorio contro le discriminazioni della Polizia di Stato, un nucleo di specialisti che si prefigge di prevenire e risolvere più velocemente i crimini commessi in nome dell'orientamento sessuale" conclude Carfagna.

Autore: SteI
[Fonte http://www.irispress.it/Iris/page.asp?VisImg=S&Art=95358&Cat=1&IdTipo=0&TitoloBlocco=Politica&Codi_Cate_Arti=27]

Nessun commento:

Posta un commento