martedì 16 novembre 2010

Per cinque notti, legato ad una sedia elettrica e con il suo corpo collegato a cavi elettrici, ha deciso di 'rimettersi' al giudizio degli internauti

Oleg Mavromatti è un artista russo di 45 anni, rifugiatosi in Bulgaria perché perseguito in patria per incitamento all'odio razziale. Oleg, amante delle provocazioni più radicali per farsi pubblicità, anche questa volta, per farsi sentire, ha scelto qualcosa di estremo: per cinque notti, legato ad una sedia elettrica e con il suo corpo collegato a cavi elettrici, ha deciso di 'rimettersi' al giudizio degli internauti. Sono questi ultimi a decidere del suo destino: se in 100 decidono che Mavromatti dovrà essere sottoposto a scosse di 600mila volt, queste investiranno il suo corpo, per mezzo secondo.

Se invece saranno in mille, la durata salirà a 1,5 secondi, e così via. Sono previste cinque votazioni, per cinque notti consecutive: l'unica condizione è che ogni internauta che partecipi alla votazione voti una sola volta. La performance, per il discutibile "artista", vuol essere un "simbolo per l'oppressione degli artisti" e un test per vedere come la società "interpreta la libertà". "Il mio è solo un sondaggio d'opinione", ha detto Oleg.


[Fonte leggo.it]

Nessun commento:

Posta un commento