martedì 2 novembre 2010

Ruby: "Non sono una zoccoletta". E va in tv da Santoro

MILANO. Mentre tiene banco tra l'opinione pubblica il caso Ruby, la giovane marocchina che il premier Berlusconi avrebbe fatto rilasciare dopo il suo arresto telefonando personalmente in Questura, la procura di Milano prosegue le indagini nell'ambito dell'inchiesta sulla  prostituzione di alto bordo in cui sarebbe formalmente indagata la stessa Ruby, al secolo Karima El Mahroug, che il primo novembre ha compiuto 18 anni. 
 
SEQUESTRATI EFFETTI PERSONALI DI RUBY. Si apprende che gli agenti della squadra mobile, intorno alle 17 di giovedì pomeriggio, hanno sequestrato abiti e scarpe firmate, effetti personali, fotografie e altro materiale nell'istituto Kinderheim di Sant'Ilario, l'ex casa-famiglia che ospitava la ragazza. L'ispezione nella stanza di Ruby è stata autorizzata dalla direttrice dell'istituto, che ha vagliato il decreto di perquisizione della polizia milanese. Secondo quanto riferiscono i quotidiani "Corriere della Sera" e il "Secolo XIX", tutto il materiale portato via dal Kinderheim è stato posto sotto sequestro e sarà analizzato.
ALTRA INCHIESTA A PALERMO. A Palermo vi è poi un'altra inchiesta su festini a base di droga e prostitute che coinvolgerebbero uomini dell'entourage di Berlusconi. Il procuratore siciliano Francesco Messineo ha reso noto che saranno trasmesse alla procura di Milano le dichiarazioni di Perla Genovesi, 32enne di Parma, ex assistente di un deputato del Pdl e arrestata per droga, e di una sua amica escort di 28 anni, nota come Nadia. Quest'ultima sarebbe stata presentata dalla Genovesi a Renato Brunetta, nel 2006: la giovane donna aveva un problema personale, collegato all'affidamento del figlio di pochi anni, e dopo avere conosciuto l'attuale ministro della Funzione pubblica avrebbe approfondito i propri contatti con altri politici, venendo invitata ed entrando così in quello che la trentaduenne parmigiana ha definito il "giro delle feste del presidente". "Una semplice cortesia per venire incontro ai bisogni di una madre a cui stavano per portare via il figlio piccolo. ho cercato di aiutarla e ho fatto un paio di telefonate ad avvocati matrimonialisti, perché fosse assistita e le dessero una mano. Cosa che poi avvenne. Ma come andò poi la cosa non saprei dirlo, non ho saputo più nulla". Così il ministro Brunetta ha spiegato la vicenda. 

OSPITE AD ANNOZERO. Intanto, giovedì prossimo Ruby dorebbe essere ospite ad "Annozero", il programma di Michele Santoro in onda su Raidue. L'indiscrezione è di "Libero", che pubblica anche un'intervista alla ragazza, che al quotidiano racconta che andrà in tv gratis e che lo farà principalmente per togliersi di dosso "l'immagine della zoccoletta. La vera Ruby è una ragazza normale" spiega. La giovanissma cubista ci tiene a sottolineare di non essere come Noemi Letizia, la ragazza napoletana salita alle cronache per il suo rapporto di amicizia con Berlusconi, che chiamava confidenzialmente "papi". "Il premier lo chiamo premier, non lo chiamo Papi", dice Ruby. "Lo adoro come uomo ma la politica non mi interessa" chiarisce. E non esita neanche a dare un consiglio al Cavaliere: "Sia più discreto, ci sono tante ochette che passano da casa sua e che lo possono anche fregare".

[Fonte http://www.pupia.tv/notizie/0008701.html]

Nessun commento:

Posta un commento